Acquese

Italia Viva chiede che i medici di famiglia possano richiedere autonomamente i tamponi

Monastero Bormida. Diamo ai medici di famiglia la facoltà di richiedere autonomamente i tamponi. A chiederlo sono i coordinatori per la Provincia di Asti di Italia Viva, Angela Motta, consigliera comunale di Asti, già vice presidente del Consiglio Regionale del Piemonte e consigliera per più legislature e Luigi Gallareto, sindaco di Monastero Bormida.

«Pur con tutte le attenuanti  – spiega Angela Motta – dovute alla eccezionalità della pandemia, di certo uno dei punti di maggiore debolezza della sanità piemontese è stata la fase preventiva o meglio quella della individuazione dei malati tramite una corretta e capillare attuazione dei tamponi.

Purtroppo per troppo tempo i tamponi sono stati centellinati, molte situazioni di rischio, quali ad es. quelle delle le strutture sanitarie, delle case di riposo, delle strutture per disabili sono scoppiate in modo incontrollato proprio perché, nonostante le pressanti richieste, non si riusciva a organizzare tale pratica in modo costante e tempestivo»

«Chiediamo che, pur mantenendo il Sisp il ruolo di convalida/controllo, – conclude Gallareto – ai medici di famiglia, che sono capillarmente presenti sul territorio e che conoscono i propri pazienti,  venga data la facoltà di richiedere autonomamente i tamponi e i test sierologici e di disporre le quarantene dei parenti del caso indice, identificato in base alla sintomatologia clinica. Il Sisp potrà convalidare in un secondo momento le quarantene stesse.

Questa azione unita all’utilizzo dell’App Immuni consentirà che la fase due avvenga in maggior sicurezza per tutti i cittadini».

Pubblicità
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close