Acquese

Valorizzare il patrimonio paesaggistico piemontese: tocca all’Alta Valle Bormida

Cortemilia. Valorizzare il patrimonio paesaggistico piemontese, quale risorsa strategica per stimolare e creare le condizioni di sviluppo del territorio: è questa la filosofia che ispira lo schema di convenzione tra Regione Piemonte, Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (MiBACT) e Compagnia di San Paolo, su proposta dell’assessore all’Urbanistica e Programmazione territoriale e paesaggistica, finalizzato a dare continuità a un progetto iniziato nel 2018, grazie ad un’analoga convenzione, e finanziato dalla Compagnia di S. Paolo con un importo di 200.000 euro, per individuare attraverso studi e ricerche interventi puntuali non solo per tutelare, ma anche per promuovere il paesaggio quale motore di crescita.

Il progetto avviato nel 2018 aveva interessato l’area dell’Eporediese e la città di Ivrea. A seguito della prossima conclusione dell’esperienza positiva condotta nell’area dell’Eporediese e grazie alla disponibilità della Compagnia di San Paolo di stanziare ulteriori 200 mila euro, si è deciso di rinnovare la convenzione, indicando come nuovo ambito sul quale avviare la progettazione l’area dell’Alta Langa e, più in particolare l’alta Valle Bormida piemontese, area già segnalata dalla Regione Piemonte quale area interna inserita nell’ambito della Strategia nazionale per lo sviluppo delle aree interne del Paese (SNAI).

Pubblicità
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close