Acquese

Gorzegno, nonostante il Covid-19 i progetti non si sono fermati

Gorzegno. Dopo la presentazione delle attività turistico – culturali del Comune di Gorzegno (paese dell’Unione Montana “Alta Langa”, 38 paesi) per il 2020, tenutasi il 17 gennaio presso il Museo Diocesano di Alba, la preparazione degli eventi ha subito un inevitabile rallentamento per l’emergenza virus, alcune cose hanno dovuto essere posticipate. La posa della prima pietra del “Museo delle Pietre parlanti”, programmata per il 30 e 31 maggio, è stata rimandata agl’inizi di settembre, in concomitanza del 1° Festival internazionale delle Magie.

Nel corso dell’estate proseguiranno i lavori di pulizia e di sgombero del castello dei Marchesi del Carretto, per renderlo turisticamente il più possibile accessibile in sicurezza. Nel contempo andrà avanti l’allestimento del percorso museale “Gorzegno: il Paese delle Pietre parlanti”.

Sarà una innovativa ed emozionante realizzazione museale a cielo aperto in cui ogni elemento, opere in pietra, installazioni multimediali, castello e sue pertinenze comprese, parleranno ai visitatori grazie alle loro forme simboliche, rivelando una saggezza antica come le pietre. Ogni opera sarà esaustivamente illustrata, sia dal punto di vista storico, sia architettonico e artistico, anche grazie a un codice QR posto su ogni elemento, che permetterà la connessione alla pagina di un sito internet creato appositamente.

Nel percorso museale, com’era stato preannunciato, saranno coinvolti anche gli elementi architettonici che testimoniano l’importanza e la nobiltà di Gorzegno fino a tempi neppure troppo remoti.

Ulteriori dettagli su L’Ancora nº 21 in edicola giovedì 28 maggio.

Pubblicità
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close