Ovada

Il Sud e le isole maggiori le mete preferite dagli ovadesi per le ferie

Ovada. Seconda metà di luglio, tempo di ferie o quasi…

O forse no o non ancora, pensando soprattutto ai mesi drammatici della pandemia e del lockdown, alla grande crisi sanitaria-economica ed lavoro che non c’era o che, pur tornato, è ampiamente ridotto rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, un anno normale quello.

Ma il 2020 si è presentato quasi da subito come un anno non normale, un anno che si farà ricordare da tutti per una serie svariata di motivi sanitari, economici, sociali e personali…

In ogni caso, per fare un sondaggio su quali siano le mete preferite da quegli ovadesi che se lo possono permettere e si accingono a diventare vacanzieri tra la fine di luglio ed agosto/settembre, ci siamo rivolti agli addetti ai lavori, alle quattro agenzie di viaggio cittadine.

Ma prima un fatto importante ed evidente: sono molti quelli che quest’anno rinunciano alle ferie altrove, prima di tutto per motivi economici-sanitari. E tra questi diversi si arrangiano in qualche modo e riaprono  la seconda casa in zona (in collina) oppure, in presenza di figli piccoli e di nipoti, acquistano una piscinetta di gomma e la sistemano sull’erba, se hanno spazio e comodità. Un altro modo questo, davvero alternativo e conseguente proprio al particolarissimo periodo recentemente vissuto, per trascorrere giornate all’aperto, magari a due passi da casa se non nel giardino di casa…

L’approfondimento ed i commenti delle agenzie di viaggio su L’Ancora in edicola giovedì 23 luglio

Mare
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button