Cairo M.tte

Abbandona rifiuti nel bosco, sanzionato

Cairo Montenotte. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cairo Montenotte, con il supporto dei colleghi della locale Stazione Carabinieri forestali, hanno sanzionato A.H. cittadino marocchino di 56 anni residente a Cairo M.tte. che è stato colto nell’atto di abbandonare dei sacchi di rifiuti costituiti da calcinacci derivanti da operazioni di demolizione che l’uomo aveva eseguito in proprio presso la sua abitazione.

Al momento del controllo, l’uomo aveva già scaricato dalla sua autovettura circa 5 sacchi di rifiuti in un tratto boschivo lungo la strada Casazza di Cairo Montenotte e quando i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile lo hanno controllano in macchina ne aveva ancora 6.

All’uomo, quindi, con il supporto dei Carabinieri della Stazione Forestale di Cairo Montenotte è stato contestato l’Abbandono di Rifiuti previsto dalle norme del Testo Unico Ambientale che prevede una sanzione amministrativa da 300 € a 3.000 € e che potrà essere oblata con il pagamento della somma di 600 €. Inoltre, al contravventore è stata imposta la rimozione dei rifiuti e la bonifica dei luoghi così come previsto dalle norme ambientali.

51enne denunciato per lesioni personali aggravate

Sempre i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Cairo, al termine degli accertamenti del caso, hanno deferito in stato di libertà M.S. 51enne di origine bosniaca residente a Cengio per lesioni personali aggravate. L’uomo si è reso autore di una aggressione per futili motivi nei confronti di W.S, 26enne di Ceva ma residente a Cosseria. L’aggressione è avvenuta nella notte del 26 settembre all’interno di un bar della località Isole di Cengio durante la quale il M.S ha colpito il W.S. con dei cocci di vetro, ne è seguita una lite che ha causato anche vari danni agli arredi del bar. Quando i Carabinieri sono giunti sul posto la vittima era stata già soccorsa, e portata presso Pronto Soccorso dell’Ospedale San Paolo di Savona dove gli venivano diagnosticate ferite da taglio alla testa ed al polso sinistro giudicate guaribili in 10 giorni.

Pubblicità

Un commento

  1. Quella dell’abbandono dei rifiuti è un tema veramente scottante. Si inizia con il depositare l’immondizia al di fuori dei cassonetti per pura pigrizia e anche questo è un reato, sopratutto quando si tratta di materiali pericolosi come le batterie di automobile. Ma il peggio sono gli idioti che scaricano elettrodomestico, mobilia, gabinetti e macerie lungo le strade quando esistono appositi centri di deposizione. Giusto, quando braccati, fargli ripulire tutto e giusto poi farsi consegnare una ricevuta per lo smaltimenti effettuato presso gli appositi centri. Bene sapere che in caso di materiali pericolosi l’ammenda sale a 1200 euro. Pensateci, prima di gettare dei tubi al neon o delle batterie o dell’amianto per strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button