CanelliValle Belbo

“Io non rischio”: campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile

Canelli. Il volontariato di protezione civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano insieme per comunicare sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Per nove anni consecutivi migliaia di volontari hanno incontrato i cittadini nelle piazze delle loro città contribuendo a diffondere la conoscenza dei rischi e delle buone pratiche di protezione civile.

Giunta alla 10ª edizione, quest’anno la campagna cambia veste: a causa dell’emergenza Coronavirus, i volontari e le volontarie di protezione civile continueranno a diffondere la cultura della prevenzione e a sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto attraverso “piazze digitali”.

A dare ufficialmente il via alla settimana sarà il Capo Dipartimento della protezione civile Angelo Borrelli che domenica 11 ottobre visiterà alcune piazze della campagna Io non rischio.
In Piemonte, per scoprire cosa ciascuno di noi può fare per la prevenzione, si possono visitare le piazze digitali e seguire i vari appuntamenti con l’hashtag #iononrischio2020 e all’indirizzo della Regione Piemonte https://bit.ly/36ySNRz

Inoltre, domenica 11 ottobre, dalle 9 alle 18, i volontari di protezione civile incontreranno i cittadini nell’unica piazza in presenza a Canelli, in Piazza Cavour.

Per l’edizione 2020 la campagna coinvolge oltre 9.000 volontari e volontarie appartenenti a 972 associazioni tra sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, gruppi comunali e associazioni territoriali di tutte le regioni d’Italia.

Sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it, è possibile consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto, un maremoto, un’alluvione e sul rischio vulcanico ai Campi Flegrei.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button