Acquese

Sezzadio: 700 piante per la nuova cinturazione vegetale a protezione di Cascina Borio

Sezzadio. Sono circa 700 gli alberi messi a dimora dal Gruppo Riccoboni nei giorni scorsi sul sito, in costruzione, dell’impianto per lo smaltimento di rifiuti non pericolosi di Cascina Borio, a Sezzadio.

Si tratta di esemplari di Cupressocyparis leylandii, ossia cipressi di Leyland, che serviranno a costituire una siepe di separazione vegetale con la strada provinciale 195 e lungo i lati perimetrali nord-est e nord-ovest del cantiere.

Gli alberi rappresentano la difesa più efficace per diminuire l’inquinamento da gas serra come l’anidride carbonica, nell’intercettare le polveri sottili, nel proteggere dal rumore e nell’assorbire l’acqua in caso di precipitazioni.

L’insediamento dei cipressi di Leyland ha carattere transitorio ed è previsto che la siepe vegetale venga rimossa (con la ripiantumazione altrove delle piante) con la fine dell’esercizio del sito di smaltimento rifiuti, in modo da consentire il ripristino della connessione con il paesaggio agroforestale circostante, è infatti prevista la messa a dimora di 18.000 piante di specie autoctone sui 10 ettari di superficie.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button