Nizza MonferratoValle Belbo

Incisa Scapaccino: riapprovato il disciplinare e regolamento del marchio Cardo Gobbo di Nizza Monferrato

Incisa Scapaccino. Il Consiglio comunale di Incisa Scapaccino, convocato dal sindaco dott. Matteo Massimelli, ha approvato il disciplinare di produzione e del regolamento d’uso del marchio collettivo del cardo gobbo di Nizza Monferrato e di nomina del Comune capofila del progetto per la registrazione che è Nizza Monferrato.

Ciò a seguito della circolare del Ministero dello Sviluppo Economico – direzione Generale per la lotta contro la contraffazione – Ufficio Italiano Brevetti e Marchi. Infatti a causa della pandemia causata da Covid-19, tutti i titolari di marchi collettivi registrati ai sensi della normativa previgente dovranno presentare istanza per la conversione degli stessi, pena di decadenza, in marchi collettivi o di certificazione così come sono stati ridefiniti con le nuove norme.

Il marchio collettivo “Cardo Gobbo di Nizza Monferrato”, era stato approvato con deliberazione dei Consigli comunale nel 2013 dai comuni di Nizza Monferrato, Canelli, Bruno, Calamandrana, Castelnuovo Belbo, Incisa Scapaccino, San Marzano Oliveto, Vaglio Serra e Vinchio e il Marchio Collettivo del Cardo Gobbo di Nizza Monferrato era stato rilasciato dal Ministero dello Sviluppo Economico il 3 giugno 2014 e il comune di Nizza Monferrato era capofila. 

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button