OvadaValle Stura

Lettera per richiesta del pedaggio gratuito nel tratto dell’Autostrada A26

Masone. l Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, e il Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, nella giornata di martedì 22 dicembre hanno congiuntamente inviato una lettera al Ministro dei Trasporti, Paola De Micheli, per avanzare la richiesta di immediata attivazione della gratuità del pedaggio nel tratto dell’Autostrada A26, tra Ovada e Masone, in entrambi i sensi di marcia. 

La lettera, per conoscenza, è stata inviata anche ad Autostrade e alla Provincia di Alessandria. 

Il provvedimento, secondo la richiesta, dovrebbe durare fino al totale ripristino della viabilità interrotta sulla statale 456 del Turchino.

“Condivido appieno e rilancio con convinzione la richiesta formalizzata dal presidente della Regione Liguria, Toti, e dal presidente della Regione Piemonte, Cirio. – afferma Angelo Vaccarezza, Capogruppo di Cambiamo! in Consiglio Regionale Liguria – Il fine ultimo di questa richiesta è quello di garantire ai cittadini che hanno necessità di spostarsi una reale possibilità di mobilità, cercando nel contempo di arrecare il minor disagio possibile”.

“Bene hanno fatto i due presidenti di regione a ricordare l’ondata di maltempo che l’ottobre dello scorso anno ha colpito la Liguria e le valli Stura, Orba, Leira e Ovadese. – prosegue Vaccarezza – A seguito di quei disastri climatici, come istituzioni, siamo stati costretti a registrare numerose criticità, purtroppo esistenti ancora oggi, legate alla mobilità e aggravate anche dalla fruibilità della rete stradale. L’arteria che è risultata maggiormente colpita è stata la statale del Turchino, il raccordo principale che collega Liguria e Piemonte e anche l’unica alternativa possibile all’autostrada A26″.

“Regione Liguria si era attivata immediatamente per erogare sovvenzioni che consentissero di riaprire la viabilità a senso unico alternato e attualmente gli interventi sono in via di completamento. – conclude – Un provvedimento tempestivo e sacrosanto che però adesso deve essere assolutamente accompagnato dall’indispensabile attivazione immediata della gratuità del pedaggio nel tratto autostradale della A26 tra Masone e Ovada. I cittadini che popolano le valli che gravitano attorno alla statale del Turchino hanno incontrato moltissimi problemi nell’affrontare gli spostamenti quotidiani, nell’ultimo anno, e ora è giusto che vengano agevolati da tutte le istituzioni per poter normalizzare le loro attività”.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button