CalcioSport

Calcio ligure: il Presidente Ivaldi sulle squadre “B”

Giulio Ivaldi

Il presidente FIGC Liguria Giulio Ivaldi, a margine delle discussioni sul futuro dei campionati, si è espresso sulla questione delle cosiddette “squadre B”, iscritte alla Seconda Categoria savonese-imperiese, un fenomeno che comunque caratterizza e caratterizzerà in futuro anche altre zone della Liguria. Nelle interviste agli addetti ai lavori circa questo tema è emerso da parte delle società che allestiscono queste formazioni il desiderio che anch’esse possano in qualche modo accedere a promozioni e retrocessioni, mentre non è mancato chi ha chiesto che vengano vincolate a rose “bloccate”.

“Non c’è una norma federale che permetta le rose bloccate – ha commentato Ivaldi – ma ci fidiamo della correttezza di società e dirigenti, anche perché queste squadre possono anche essere utili per quei giocatori delle formazioni maggiori che devono recuperare. La rosa bloccata farebbe decadere una delle funzioni delle “squadre B”. Si tratta di formazioni che, a ponente, ci consentono di creare gironi di Seconda Categoria con un numero congruo di partecipanti.

Mi pare difficile però pensare alla possibilità di introdurre promozioni e retrocessioni perché la regola dovrebbe valere per tutti e non solo per quelle squadre che non hanno la formazione “A” nella categoria immediatamente sopra”.

La situazione attuale, però non è ideale tanto che la Federazione sta pensando a creare un torneo regionale dedicato a formazioni under 23. “Il futuro – aggiunge Ivaldi – dovrebbe essere caratterizzato dalla creazione di società satellite più che dall’allestimento di squadre ‘B’. Ma al momento son convinto che fra uno o due anni si possa organizzare un torneo ‘under 23’, un torneo di passaggio fra Juniores e prima squadra che consenta ai ragazzi non pronti subito per la prima squadra di poter continuare a giocare in un torneo competitivo.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button