Acqui Terme

Censimento agricoltura e Coldiretti

Acqui Terme. “Il settimo censimento generale dell’agricoltura servirà a capire come sta cambiando il settore agricolo anche in considerazione dell’emergenza Covid e al suo impatto sull’economia italiana raccogliendo i dati indispensabili alle future politiche di sviluppo di un comparto strategico per gli approvvigionamenti alle famiglie, per l’export e per la sovranità alimentare del Paese. Gli uffici CAA Coldiretti Alessandria, dislocati su tutto il territorio provinciale, sono pronti per raccogliere i dati”.

È quanto affermano il Presidente e il Direttore Coldiretti Alessandria Mauro Bianco e Roberto Rampazzo con riferimento al censimento che coinvolgerà dal 7 gennaio al 30 giugno 2021 le imprese agricole che, per la prima volta, potranno rivolgersi ai CAA (Centri di Assistenza Agricola) della Coldiretti per assistenza e supporto nella compilazione dei questionari Istat in formato esclusivamente digitale.

Coldiretti garantirà in tutta Italia, attraverso i CAA, la compilazione del questionario ISTAT per quello che sarà l’ultimo Censimento dell’agricoltura con cadenza decennale. Successivamente, infatti, l’attività censuaria diventerà permanente, avrà cadenza annuale e si baserà sull’integrazione di dati amministrativi e indagini campionarie.

Gli obiettivi principali del Censimento sono:

·   fornire un quadro informativo statistico sulla struttura del sistema agricolo e zootecnico a livello nazionale, regionale e locale;

·   fornire dati comparabili tra gli Stati membri, informazioni indispensabili al monitoraggio delle politiche agricole e di sviluppo rurale della Comunità europea.

Le informazioni ottenute riguarderanno il numero delle aziende, il titolo di possesso dei terreni e la loro utilizzazione, la consistenza degli allevamenti, la manodopera impiegata e le attività svolte parallelamente all’attività di produzione agricola, che configurano l’azienda come soggetto, non solo produttore di beni ma, anche erogatore di servizi.

“Attività di assistenza che si traduce in attività di affiancamento delle imprese che la legge assegna al CAA in un’ottica di semplificazione dei rapporti con la Pubblica Amministrazione e di supporto per gli adempimenti burocratici – aggiungono Bianco e Rampazzo -. Grazie ad una profonda conoscenza della realtà agricola, il CAA Coldiretti Alessandria potrà contribuire a livello provinciale, svolgendo le circa 3.100 interviste affidateci dall’Istat, a realizzare la fedele fotografia del nostro patrimonio agroalimentare. A livello regionale le interviste sono circa 30.000”.

I dati richiesti serviranno per conoscere le caratteristiche generali delle aziende agricole italiane, l’utilizzo dei terreni, la consistenza degli allevamenti, la forza lavoro utilizzata ed eventuali attività connesse. La rilevazione è prevista dal Regolamento (UE) 2018/1091 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 luglio 2018 relativo alle statistiche integrate sulle aziende agricole e Regolamento di esecuzione (UE) 2018/1874 della Commissione del 29 novembre 2018 sui dati da presentare per l’anno 2020 a norma del Regolamento (UE) 2018/1091 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 luglio 2018.

Il censimento dovrà concludersi entro il 30 giugno 2021 e tenuto conto delle restrizioni dovute alla pandemia, tempi e modalità delle rilevazioni dovranno essere previamente concordati dagli imprenditori con gli operatori dei CAA.

Per tutte le informazioni ci si può rivolgere alle sedi dei CAA Coldiretti distribuite su tutto il territorio alessandrino.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button