Cairo M.tte

Riserva naturale dell’Adelasia: la provincia di Savona risponde a Zunino

«Facendo seguito alla vostra comunicazione del 28/01/2021, assunta agli atti della Provincia di Savona al protocollo n.3931 del 28/01/2021 si precisa quanto segue:

come ben noto la Riserva Naturale Regionale dell’Adelasia, che coincide parzialmente anche con la ZSC IT1322304 “ROCCA DELL’ADELASIA”, è stata istituita con Legge Regionale n.65/2009 al fine di conservare e valorizzare non solo “il patrimonio naturale costituito, in particolare, dalle risorse forestali, dalle risorse idriche, dalle formazioni geologiche, dagli habitat, dalle specie vegetali ed animali rare, endemiche, vulnerabili e dalle relative connessioni con la rete ecologica regionale” ma anche quello che viene definito “il paesaggio agrario presente nella riserva, quale ecosistema complesso nato dalla equilibrata integrazione fra le risorse degli ambienti naturali ed il loro uso tradizionale da parte della comunità locale” (L.R. 65/2099 art. 2 comma 1 lettere a) e b)).

Come altrettanto ben noto “la perimetrazione della riserva naturale comprende i territori, ricadenti nel Comune di Cairo Montenotte, di proprietà della Provincia di Savona” (L.R. 65/2099 art. 1 comma 2) mentre “la gestione della riserva naturale regionale dell’Adelasia è affidata alla Provincia di Savona, di seguito denominata ente gestore, che svolge tale compito in collaborazione con il Comune di Cairo Montenotte, sia attraverso le forme di intesa previste nella presente legge, sia attraverso eventuali accordi aventi ad oggetto settori di attività o specifici interventi” (L.R. 65/2099 art. 3 comma 1).

Anche la gestione della ZSC IT1322304 “ROCCA DELL’ADELASIA” è affidata con Legge Regionale alla Provincia di Savona.

Ai sensi del sopracitato articolo 3 comma 1 della Legge Regionale n.65 del 28 Dicembre 2009 è stata sottoscritta, in data 27/06/2018, una specifica convenzione tra la Provincia di Savona ed il Comune di Cairo finalizzata alla gestione di alcuni aspetti della Riserva Naturale Regionale dell’Adelasia

Con tale atto la Provincia di Savona, in qualità di Ente Gestore della Riserva Naturale Regionale dell’Adelasia, ha affidato al Comune di Cairo Montenotte, tra le altre cose, lo svolgimento delle attività di gestione del patrimonio boschivo e naturale in genere, oltre che di manutenzione ordinaria e straordinaria della rete sentieristica interna e di attraversamento.

Entrando nel merito di quanto da Voi specificatamente evidenziato si chiarisce dunque che gli interventi selvicolturali che stanno attualmente interessando l’area della Riserva e della ZSC, per la parte coincidente, sono stati concordati, come previsto nell’ambito della citata convenzione, tra con il Comune di Cairo (esecutore) e Provincia di Savona e sottoposti a Valutazione di incidenza (DPR 357/1997), come previsto dalla normativa regionale, con specifiche analisi e valutazione degli interventi proposti che riguardano sia i tagli di utilizzazione che la sistemazione della viabilità a supporto delle operazioni forestali.

Si tratta, in tutti questi casi di interventi mirati, volti a mitigare le situazioni di pericolo (determinate da crolli, stroncature, ecc.) e di collasso del soprassuolo, nella maggior parte dei casi rappresentato da castagneto invecchiato. Le superficie forestali risultano inoltre essere state danneggiate dagli eventi meteorologici estremi che hanno interessato il territorio regionale e provinciale negli ultimi anni. La loro finalità è riconducibile al recupero della residua capacità pollonifera privilegiando l’evoluzione delle superfici forestali verso cenosi contraddistinte da latifoglie miste, caratterizzate da un maggior grado di diversità ecologica, in linea con i dettami della selvicoltura naturalistica che orientano la gestione boschiva delle Aree protette.

Sono stati inoltre sottoposti a Valutazione di incidenza, i tagli sperimentali realizzati con la collaborazione dell’Università di Scienze Forestali di Torino. Essi prevedono l’intervento su piccoli lotti distanziati spazialmente fra loro, su estese zone boscate non più gestite da oltre cinque decenni e su cui, oltre a danni pregressi di eventi meteorici avversi negli anni ’90 e inizio 2000 (galaverna), si sono abbattuti con intensità notevole il cosiddetto grave ‘gelicidio’, nell’autunno 2017, e i danni da vento dell’ottobre 2018.
Gli interventi sono stati effettuati con modalità sperimentale, attraverso il monitoraggio della risposta dei popolamenti a castagneto e a faggeta negli anni seguenti al fine di verificare la riuscita degli stessi.

A completezza delle informazioni si porta inoltre a conoscenza che la Provincia di Savona (che è e rimane il gestore sia della Riserva che della ZSC), ha affidato all’Università degli Studi di Torino – Dipartimento di Scienze Agrarie, forestali e alimentari, l’incarico di redazione del Piano di Gestione integrato della Riserva Naturale Regionale dell’Adelasia con la ZSC IT1322304“Rocca dell’Adelasia” che risulta essere in fase di ultimazione.

Nell’ambito di tale strumento gestionale, dove, come indicato nella D.G.R. 626 del 31/05/2013 “Approvazione delle Linee guida per la revisione decennale dei piani dei parchi”, viene evidenziata la necessità di porre particolare atteenzione agli aspetti forestali, viene perseguita la finalità di realizzare uno strumento trasparente di gestione pro-attiva della Riserva dell’Adelasia e del Sito Natura 2000. La finalità di tale strumento è quella di garantire la conservazione e la valorizzazione del patrimonio naturale costituito in particolare dalle risorse forestali che caratterizzano la Riserva, nonché il mantenimento un buono stato di conservazione degli habitat e delle specie tutelati Natura 2000 all’interno della ZSC “Rocca dell’Adelasia”.

Nello specifico, nell’ambito della suddetta pianificazione verranno dunque individuate anche aree destinate alla libera evoluzione del soprassuolo forestale, sulla base del quadro conoscitivo che è stato recentemente completato.

Provincia di Savona ha inoltre previsto, nel corso dell’iter di adozione dello strumento pianificatorio e di concerto con il Comune di Cairo Montenotte, l’organizzazione di specifici di incontri con tutti i portatori di interessi finalizzati a mettere a conoscenza in modo trasparente le finalità e gli obiettivi di tutela, salvaguardia e valorizzazione che saranno pianificati.

In questo ultimo anno la Provincia di Savona, al fine di rafforzare gli strumenti di gestione coerentemente con le finalità istitutive della Riserva Naturale regionale dell’Adelasia e con le esigenze di conservazione delle specie e degli habitat di interesse comunitario tutelate attraverso la designazione della ZSC “Rocca dell’Adelasia”, ha inoltre partecipato al Bando Ministeriale di selezione delle proposte progettuali per la costituzione di forme associative o consortili di gestione delle aree silvo-pastorali – Decreto 22 Aprile 2020.

Gli obiettivi perseguiti in questo caso sono rivolti al reperimento di indispensabili risorse da finalizzare al mantenimento ed allo sviluppo delle funzioni delle aree boscate e delle loro limitrofe aree aperte, al mantenimento della salute, della vitalità e della biodiversità dell’ecosistema forestale, al miglioramento delle risorse forestali e della loro qualità, del loro valore economico, ecologico, culturale e sociale.

Si coglie l’occasione per porgere cordiali saluti.

IL DIRIGENTE DEL SETTORE Dott. Ing. Vincenzo Gareri

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button