OvadaValle Stura

Autostrade: esenzione pedaggio Ovada-Masone nella A26

Ovada. «Come sollecitato dal deputato Federico Fornaro e dal collega ligure Pastorino nell’ultima question-time alla Camera dei deputati con il ministro Giovannini, dalla mezzanotte di venerdì 23 aprile, l’esenzione totale del pedaggio, attiva sui nodi autostradali maggiormente interessati dal programma di cantierizzazione in atto sulla rete, sarà estesa a chi viaggia in A26, tra i caselli di Ovada e Masone. La misura è stata disposta per via della presenza, dal 12 aprile scorso, di una deviazione di carreggiata sul tratto specifico, installata per consentire i lavori eseguiti, in modalità continuativa, all’interno della galleria Castello Sud. Lo rende noto Aspi. La nuova configurazione delle esenzioni, condivisa con il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili – finalizzata ad alleviare i disagi comportati dal piano di manutenzioni definito con il MIMS e con gli Enti territoriali – è stata determinata sulla base dell’analisi dei flussi di traffico registrati nell’ultimo periodo, tenendo conto dell’avanzamento dei lavori sulle tratte.

A partire dalla stessa ora verrà ripristinato il regolare pedaggio in A10 tra il casello di Arenzano e l’allacciamento A26/A10 come conseguenza della rimozione dello scambio di carreggiata nel tratto della A26 nord situato circa 1 km dopo l’allacciamento con la A10 – che nelle scorse settimane determinava ripercussioni lungo la A10.

Il nuovo schema di esenzioni prevede pertanto la gratuità del pedaggio per percorsi con origine/destinazione tra i caselli di Ovada, Masone, Genova Prà, Genova Pegli, Genova Aeroporto, Genova Ovest, Genova Bolzaneto, Genova Est e una riduzione del pedaggio di circa il 50% tra i caselli di Genova Est, Genova Nervi, Recco e Rapallo. Tali agevolazioni sono riconosciute anche per i transiti dei veicoli, in uscita e in entrata ai suddetti caselli, con origine o destinazione ai caselli dell’A10 da Albisola, dell’A7 da Vignole Borbera, dell’A12 da Sestri Levante.

A partire dal 19 aprile Aspi ha disposto, in condivisione con Anas e le Istituzioni del territorio, la gratuità del pedaggio nel tratto di A7 tra Ronco Scrivia e Busalla in entrambi i sensi di marcia, unica alternativa alla viabilità locale interessata da lavori di ripristino per la frana sulla SS35 dei Giovi».

(AGI)

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button