PiemonteRegione

Esente ticket chi è stato ricoverato per Covid-19

Bubbio. Per i prossimi due anni, i pazienti colpiti da Covid-19 in forma grave, per cui è stato necessario il ricovero ospedaliero, usufruiranno dell’esenzione totale dal ticket sanitario sulle prestazioni diagnostiche e specialistiche ambulatoriali di monitoraggio (follow up) a seguito del virus.

Lo prevede una misura contenuta nel decreto Sostegni bis e adottata dalla Regione Piemonte: l’esenzione sarà valida fino a maggio 2023.

Per richiederla occorre rivolgersi agli sportelli per la scelta/revoca del medico e per le esenzioni ticket dell’Asl di Asti, presentando una certificazione rilasciata da una struttura ospedaliera o ambulatoriale pubblica che attesti le dimissioni dopo ricovero ospedaliero per un quadro Covid-19 correlato.

Intanto, l’Asl At potenzia il numero di telefono 0141 484090 dedicato ai cittadini che hanno già ricevuto la convocazione per la vaccinazione anti-Covid e intendono chiedere informazioni e chiarimenti in merito all’appuntamento.

L’orario del centralino viene infatti esteso: a partire da lunedì 14 giugno sarà in funzione dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 19, il sabato e la domenica dalle ore 8 alle 14. In questi stessi orari continuerà a essere attivo anche il servizio di call center per l’emergenza Covid 0141 484952, istituito dall’inizio della pandemia.

Presidio Sanitario di Bubbio

Intanto è in atto (11 e il 12 giugno) una campagna straordinaria di vaccinazione anti-Covid che coinvolge 9 Comuni dell’Asl di Asti, tutti nell’area della Valle Bormida, Langa Astigiana. Sono interessati i residenti dei Comuni di: Loazzolo, Olmo Gentile, Roccaverano, Serole,  Bubbio, Cessole, Monastero Bormida, Sessame, Vesime.

Sede vaccinazioni sarà il Presidio Sanitario poliambulatorio di Bubbio, dove una tensostruttura aggiuntiva supporterà l’ambulatorio esistente. Ma saranno attive linee vaccinali anche a Nizza Monferrato, che raccoglie anche i comuni di Montabone e Castel Boglione e Canelli, con Cassinasco e Rocchetta Palafea. Al personale dell’azienda sanitaria si affiancheranno, come è accaduto fin dal mese di gennaio, i medici di medicina generale del territorio e i volontari che stanno partecipando alla campagna.

Saranno vaccinati i cittadini che avranno dato la propria pre-adesione sul portale www.ilpiemontetivaccina.it, secondo quanto previsto dal piano regionale.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button