Ovada

Anche Ovada in “zona bianca” ma aumentano i positivi al virus

Ovada. Da lunedì 14 giugno tutto il Piemonte è in zona bianca, valida sino al 31 luglio.

Questo permette, tra l’altro, oltre all’abolizione del coprifuoco, la riapertura di tutta una serie di attività, come piscine, centri culturali, sociali e ricreativi; feste private anche conseguenti a cerimonie civili e/o religiose all’aperto e al chiuso, sagre e fiere locali,  eventi sportivi aperti al pubblico che si svolgono al chiuso.
Possono riaprire anche le sale da ballo e le discoteche ma solo per le attività di bar e ristorazione mentre non è ancora consentito ballare.

Ma la situazione della positività al virus in città non migliora, anzi i dati sono peggiorati rispetto al precedente periodo.

Ovada infatti conta 14 casi positivi al 13 giugno, e purtroppo raddoppia il numero rispetto a prima.

La situazione nei Comuni della zona: Rocca Grimalda 2; Molare, Castelletto, San Cristoforo, Mornese e Montaldeo 1, Tagliolo, Belforte Cassinelle, Montaldo, Carpeneto, Trisobbio, Silvano, Capriata, Cremolino, Lerma, Casaleggio, Predosa e Bosio 0 (dati desunti dalla piattaforma regionale).

Intanto continuano le vaccinazioni al nuovo Centro vaccinale di via Novi, zona ex Story Park subito dopo il ponte sullo Stura.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button