Diocesi

Un nuovo diacono in Diocesi

Con decorrenza 1 luglio 2021, il vescovo diocesano SER mons. Luigi Testore ha accolto in Diocesi, mediante decreto di incardinazione, il diacono permanente Luciano Mario Delvecchio, proveniente dall’Arcidiocesi di Milano. Per motivi familiari il diacono Luciano ha chiesto di potersi trasferire nel territorio della Diocesi di Acqui, ad Ovada.

Dal momento dell’ordinazione un diacono o un sacerdote è incardinato nella diocesi per la quale viene ordinato; l’incardinazione significa appartenenza al clero di una diocesi. Per determinati motivi o necessità, a quel diacono o sacerdote può essere concessa la possibilità di venire successivamente accolto in un’altra diocesi e lasciare la diocesi di provenienza. Questo avviene con il decreto di incardinazione che il vescovo della nuova diocesi può concedere dopo aver esaminato le motivazioni della richiesta. Contemporaneamente il vescovo della diocesi di provenienza dispone il decreto di escardinazione con il quale il diacono o il sacerdote cessa di appartenere a detta diocesi di provenienza.    

  don Gianluca Castino, cancelliere vescovile

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button