Cairo M.tte

Nascosti in un rimorchio, tentano di raggiungere la Francia. Fermati dai Carabinieri

Cairo M.tte. Nella mattinata del 9 luglio 2021, in Cairo Montenotte un autotrasportatore mentre si approcciava allo scarico della merce dal rimorchio notava, nascosti tra i colli, la presenza di alcune persone ed immediatamente, tramite numero di emergenza 112, allertava personale di questo comando. I militari giunti sul posto constatavano la presenza di 12 cittadini extracomunitari dei quali 5 di dichiarata provenienza irachena, e 4 di dichiarata provenienza iraniana e 3 del Bangladesh, tutti privi di documenti di riconoscimento e permesso di soggiorno.

Il Conducente del veicolo pesante dopo aver sostato nella notte presso l’autoparco di Savona era destinato presso uno stabilimento industriale Cairese ed al momento dell’apertura del rimorchio notava la presenza delle sopracitate persone che fraudolentemente, nel corso della nottata si erano introdotte, nascondendosi tra i colli trasportati. A seguito degli accertamenti è emerso che 6 degli extracomunitari rintracciati erano già destinatari di ordine di lasciare il territorio nazionale entro 7 giorni notificatogli dalla Questura di Crotone in data 06.07.2021 dopo essere stati ospiti del C.A.R.A. di quel capoluogo; uno era stato destinatario di analogo provvedimento in data 30.06.2021 ed essendo scaduto il termine previsto è stato deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria di Savona, per non aver ottemperato all’ordine di lasciare lo stato italiano entro il termine previsto. Tre del gruppo da accertamenti è emerso essere minori non accompagnati, e pertanto sono stati affidati, a cura dei servizi sociali del comune di Cairo Montenotte a due case famiglie della provincia agli altri è stato notificato l’Ordine di abbandonare il territorio italiano emesso dalla Questura di Savona.

Analogamente nel corso della stessa mattinata del 9 luglio 2021 in Altare, a cura del locale Comando Stazione venivano rintracciati altri 12 cittadini extracomunitari, anch’essi privi dei requisiti validi per il soggiorno è di identità, da posto scesi da un TIR che pensavano fosse diretto verso la parte piemontese del confine con la Francia. Gli accertamenti posti in essere hanno permesso di identificare la loro provenienza: nr.3 del Mali, 8 di origine afgana e nr.1 pakistana. A seguito dei riscontri fotodattiloscopici è emerso che due delle persone rintracciate erano in possesso dei requisiti per la permanenza sullo stato italiano, mentre per i restanti, al termine delle procedure di identificazione, così come indicato dall’ufficio Immigrazione della Questura di Savona, sono stati formalmente invitati a presentarsi presso quell’ufficio al fine di regolarizzare la propria posizione sul soggiorno in Italia.

Tutti i cittadini extracomunitari, provati dal lungo digiuno, sono stati ristorati dall’efficace intervento della protezione civile del comune di Cairo Montenotte che, su richiesta dei Carabinieri di Cairo Montenotte, dove sono stati portati tutti gli extracomunitari rintracciati, ha messo a disposizione pasti ed acqua, inoltre i Carabinieri sono stati supportati dai militi della Croce Bianca di Cairo Montenotte che hanno verificato le condizione di salute dei migranti, assicurando l’assistenza a quelli maggiormente debilitati.

Infine gli accertamenti hanno riguardato la verifica dello stato di salute dei migranti anche in relazione alla nota emergenza sanitaria grazie al supporto fornito dal personale sanitario dell’Asl2 di Savona che, in tempi rapidissimi, hanno garantito, prima che i migranti venissero rilasciati, il necessario screening per escludere che qualcuno di loro fosse positivo al covid-19 sottoponendoli a tampone antigenico risultato per tutti negativo.

Tutta l’attività ha visto impiagati oltre 25 carabinieri della Compagnia di Cairo Montenotte per garantire la necessaria cornice di sicurezza ed assistenza ai migranti rintracciati.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button