Galleria fotograficaPallapugnoSport

Pallapugno serie A: Massimo Vacchetto batte Marco Battaglino

Tealdo Scotta Alta Langa 5Nocciole Marchisio 9

San Benedetto Belbo. Nel paese che ha dato i natali a Beppe Fenoglio, 150 persone hanno assistito allo sferisterio comunale di San Benedetto all’incontro disputatosi nel pomeriggio di domenica 11 luglio, valevole per la 1ª giornata di ritorno del campionato nazionale di serie A.  Di fronte l’Alta Langa Tealdo Scotta (Davide Dutto, Enrico Panero, Davide Iberto, Daniele Panuello, 5º giocatore Mattia Dalocchio, d.t. Stefano Dogliotti e la Nocciole Marchisio di Cortemilia (Massimo Vacchetto, Emmanuele Giordano, Marco Cocino, Francesco Rivetti, 5º giocatore Marco Molinari, d.t. Gianni Rigo e  Giovanni Voletti, preparatore Diego Roveta). Vittoria senza storie per gli ospiti che si sono imposti nel derby dell’Alta Langa per 9 a 5. Ad arbitrare l’incontro Piera Basso di San Bartolomeo al Mare, assistita da Cristina Gonella di Perletto, impeccabili.

Prima parte di gara in equilibrio con al riposo, si va alle ore 17, sul 4 a 4. Partita bene la quadretta locale portatasi sul 2 a 0, ma viene subito il pareggio del pluricampione d’Italia sul 2 a 2.

Nella ripresa allungo degli ospiti sino al 6 a 4, ancora un gioco il 5º per gli azzurri e poi l’allunga finale dei giallo verdi che vincono 9 a 5, alle 18.40.

Più continuo Massimo Vacchetto, più giocatore, discontinuo e non supportato dalla squadra Dutto, che non è in forma o meglio è meno concentrato forse distratto dall’imminente matrimonio con Alessandra che celebrerà domenica 1 agosto, nella frazione di San Pietro del Gallo del Comune di Cuneo. Dutto in questi ultimi due anni ha conosciuto un’involuzione, dopo la finale di tre anni fa. Anche i terzini non sembrano più quella barriera insuperabile che erano e la spalla alterna colpi magistrali a grossolani errori.  La Nocciole Marchisio ha disputato una gara di ordinaria amministrazione dove il suo capitano, volge quasi sempre l’incontro sui suoi canoni e per gli avversari è la resa. Max ha colpi come nessun altro, al volo e al salto, dove piazza sempre chirurgicamente il pallone per fare il 15. La squadra sta crescendo sia come spalla che come terzini. Max e c. Sono coesi, concentrati e vogliosi di badare al sodo. Vacchetto ha concesso 6 giochi in due incontri a Dutto. Venerdì sera, 16 luglio, a Cortemilia arriva la Imperiese Olio Roi di capitan Enrico Parussa, dove nella capitale della nocciola ha giocato tanti anni. All’andata in Liguria vinse Max per 9 a 5. L’Alta Langa gioca sabato 17 luglio a cuneo, alle ore 20.30, nel derby dei due capitani, entrambi cuneesi Federico Raviola e Davide Dutto.

G.S.   

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button