PallapugnoSport

Pallapugno Juniores: Augusto Manzo dice addio al primo posto

Augusto Manzo 2 – Castagnole Lanze 9

Santo Stefano Belbo. Era una gara da vincere ad ogni costo, per capitan Viola e compagni, perchè poteva valere il primo posto e l’accesso alle finali di Coppa Italia che si giocheranno proprio a Santo Stefano nel mese di agosto. Sarebbe bastato ribaltare la sconfitta per 9-6 dell’andata e invece nulla di questo è avvenuto e anzi è arrivata una pesante sconfitta che deve fare meditare con un pesante 9-2 finale a favore degli ospiti.

La prestazione dei belbesi è stata molto scadente: Viola come battitore ha giocato una gara abulica e la mancanza di allenamenti delle ultime settimane è venuta fuori, Cane da “spalla” stranamente è stato spento e sin dai primi giochi è stato molto silenzioso e non il leader che siamo soliti vedere; i terzini non bene, nè Costa al muro nè Savi al largo, e meno ancora Isnardi, uscito volontariamente dopo una caccia non presa. Sul fronte  opposto Voglino ha giocato discretamente e ha tenuto il pallone in campo, Pola da “spalla” ha agito quasi da terzo terzino, e bene sono andati Tagliaferro al muro e Perrone al largo.

Partenza forte degli ospiti a cui fa da contraltare la scarsa grinta dei locali. Castagnole mette il 2-0 in pochissimo tempo con due giochi a 30 e timeout dei locali che sembra sortire un barlume di reazione, ma avviene solo dopo il 3-0 a 15. Primo gioco locale e 1-3 messo a 15 con intra finale di Costa; Voglino e compagni non arrestano il gioco e posano il 4-1 sul 40-40 caccia unica con errore finale di Isnardi che si chiama fuori dalla gara rilevato da Savi. Il vantaggio si fa ampio nelle proporzioni: 5-1 facile a 15, poi nel 7° gioco diventa protagonista l’arbitro Grasso che sul 40-40 con vantaggio interno non ravvisa un fallo gigantesco degli ospiti a cui da il 15 e gli stessi non si fanno pregare a mettere il 6-1 alla caccia unica con errore finale di Viola in battuta. L’ultimo gioco di prima frazione è di Viola e compagni che lo mettono a 15 per il 2-6.

Nella ripresa la gara dura lo spazio di tre giochi messi entrambi da Castagnole e si chiude sul 9-2 alle 19.18. Castagnole ora è certa del primo posto, mentre l’Augusto Manzo dovrà giocarsi ancora il secondo nella sfida di Alba dove dovrà difendere il convincente 9-3 dell’andata per mantenere la piazza d’onore.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button