AppuntamentiOvada

Agriteatro: le novelle boccaccesche e la diga di Molare

Ovada. Venerdì 10 settembre, dalle ore 21, continua la rassegna di eventi organizzati da “Agriteatro – L’altro Monferrato”, per i percorsi d’arte, di teatro e di cultura.

Appuntamento all’agriturismo Ca Mimìa di Tagliolo, per “Boccaccesco”. Letture e racconti liberamente ispirati al Decameron di Giovanni Boccaccio, rivisti da Gianni Masella, per la regia di Lisa Galantini, con la stessa Galantini e Denis Fontanari, musica suonata dal vivo di e con Iacopo Candela (Candirù).

Sullo sfondo di colline e vigneti si potranno ascoltare  divertenti novelle tra quelle scritte da Giovanni Boccaccio, in cui a colpi di arguzia, sensualità e riso, le donne e gli uomini del suo tempo ma anche del nostro, si sfidano, si raccontano. Di fatto, ecco le istruzioni su come ingannare il tempo di una lontana pandemia, utili forse anche nel tempo presente, con la pandemia 2020/21.

Domenica 12 settembre, dalle ore 18, alla Biblioteca “Marcello Venturi” di Molare, “La diga di Molare – per non dimenticare”. La mattina, escursione tra natura e rievocazione guidati da Serena Siri; possibilità di escursione a piedi o in bicicletta. Da Molare attraverso il lago Ortiglieto fino alla sede di Tirreno Power, e a piedi sino alla Diga.

Nel pomeriggio, in Biblioteca, incontro con la storia e la tragedia del 13 agosto 1935, con Vittorio Bonaria, Paolo Bavazzano, Renzo Incaminato. Lettura con gli attori del Centro Formazione Artistica di Luca Bizzarri, a cura di Gianni Masella.

Gli eventi di Agriteatro proseguiranno il 18 settembre a Casaleggio con “Vino e poesia”, il 19 a Silvano con “Capricciolò” ed infine il 25 a Carpeneto con “Mistero buffo”.

Agriteatro è a cura di Maria De Barbieri e Gianni Masella.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button