mostra d'arte di Renza Laura Sciutto

“Antitesi” mostra di Renza Laura Sciutto

mostra d'arte di Renza Laura SciuttoAcqui Terme. Sarà inaugurata alle ore 18 di sabato 15 aprile nella sala d’arte di palazzo Chiabrera la mostra personale di Renza Laura Sciutto “Antitesi”.

La presentazione sarà a cura  a cura di Silvia Bredice.

In questa mostra vengono esposte le opere inedite, manifestando l’attenzione della pittrice verso le problematiche della nostra società che rivelano contrasti tra idee, tra valori, tra regole nella multietnia, contrapposizioni tra gruppi egemoni e conseguenti comportamenti irrazionali frutto di sottocultura e di “regressione”. Sono particolarmente suggestive alcune opere, su cui si richiama l’attenzione del visitatore, così intitolate: ”La bella e la bestia “ dove l’eleganza di una figura femminile è in netto contrasto con un rettile di grandi dimensioni a cui è legata da catena, Eros e Thanatos, ombra e luce, vita e morte, l’ambivalenza emotiva caratterizza il comportamento dell’uomo che è impegnato in una lotta continua per promuovere la spinta vitale e inibire quella mortifera; “La natività” dove un barcone di migranti diventa luogo di nascita e ci rimanda inevitabilmente al tema della morte e della rinascita; “Lacerazioni” dove su di un piano si aprono squarci “dell’anima” che affiorano alla coscienza; “Angeli” con ali nere, i cui drappi lineari sono interrotti da strutture metalliche, quasi a significare il deterioramento e l’ambivalenza dei sentimenti, ma anche la ricerca continua dell’equilibrio.

Tutto si manifesta attraverso l’alternanza di luci ed ombre ottenute con la maestria nella tecnica Raku, dove la terra (argilla) si trasforma ad opera del fuoco ed assume, grazie agli smalti, iridescenze e policromie imprevedibili.

Renza Laura Sciutto prende l’avvio dalla Natura, dal comportamento degli uomini e nel coglierne l’imperfezione la denuncia, per evidenziarne, però, il senso del mistero e per farne motivo di ispirazione della sua produzione.

L’artista sembra voler contenere e neutralizzare ciò che di inquietante coglie nella realtà, cerca di conciliare gli opposti, dopo averne raggiunto la consapevolezza, alla ricerca di una sintesi auspicabile e forse possibile grazie ad un atto creativo.

L’orario della mostra è il seguente: da lunedì a sabato 16,30 – 19; domenica 10,30 –  12,30  /  16,30 – 19. Su appuntamento tel: 349-3754705.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.