DiocesiValle Stura

Portatori crocifissi prove primaverili

 Masone. La quinta domenica di Quaresima è tradizionalmente chiamata, localmente, la “Domenica della predica delle Anime” o semplicemente “delle Anime”.

Alle Sante Messe, nelle chiese masonesi, sono infatti ricordate le Anime del Purgatorio e le Anime abbandonate, e per antica tradizione, le elemosine raccolte, sono destinate alla celebrazione dei suffragi.

Inoltre, nel pomeriggio di domenica 2 aprile, l’Arciconfraternita Natività di Maria SS. e San Carlo, come consuetudine, ha promosso le prove dei portatori dei Crocifissi processionali nell’Oratorio del Paese Vecchio.

L’iniziativa rappresenta un motivo di incontro tra i portatori e in primavera ogni confraternita organizza le proprie “prove” per i primi allenamenti in vista delle processioni estive.

In questa occasione è stato previsto anche uno spazio particolare per i giovani ed i bambini, che seguiti dai confratelli, hanno potuto provare a portare il “Cristo piccolo” ed iniziare così ad avvicinarsi ad una delle più antiche e sentite tradizioni di fede della Liguria.

Davvero numerose sono state le Confraternite rappresentate nell’Oratorio del Paese Vecchio: S.Caterina di Rossiglione, N.S. Assunta di Campo Ligure, S.Sebastiano e S.Rocco di Stella Gameragna, SS. Anna e Gioacchino di Cadibona, S.Bartolomeo di Varazze, S.Rocca di Castagnabuona di Varazze, SS. Annunziata di Pero di Varazze, S.Giovanni Battista di Cantalupo di Varazze, S.Croce di Casanova di Varazze, S.Antonio Abate di Fiorino, S.Martino di Pegli, S.Giuseppe di Albisola Marina, SS. Sacramento di Sciarborasca, N.S. Assunta di Varazze, S.Ambrogio di Voltri, S.Bartolomeo di Fabbriche, S.Chiara di Arenzano, SS. Annunziata di Garlenda, S.Sebastiano di Stella S.Giovanni Battista, N.S. del Carmine di Ronco Scrivia, SS. Giacomo e Filippo di Gavi, S.Caterina di Pietra Ligure, S.Antonio Abate di Mele e N.S. dell’Acquasanta.

Nella stessa giornata l’Arciconfraternita masonese con la Cooperativa Rurale S.Antonio ha promosso la Mostra Scambio di semenze autoriprodotte dell’orto e del giardino alla quale hanno partecipato gli interessati del settore.

Tra gli altri anche il consigliere comunale ed ex assessore Giuliano Pastorino che ha proposto ai presenti le talee delle ortensie di varietà particolari cresciute in villa Bagnara mentre la moglie ha offerto il gustosissimo tè derivato da foglie di una varietà giapponese del fiore.

L’iniziativa è stata organizzata nel ricordo del confratello Armando Pastorino che si è sempre dedicato a questo settore con grande professionalità e passione particolarmente attento alla diffusione ed al mantenimento di antiche e quanto mai efficaci tradizioni locali.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close