15º giro delle 5 torri nella Langa Astigiana

Monastero Bormida. È ormai tutto pronto per domenica 14 maggio a Monastero Bormida, sarà la 15ª edizione di quella che da tempo è ufficialmente riconosciuta come la più grande manifestazione escursionistica piemontese.  «Il Giro delle 5 Torri nella Langa Astigiana – spiega il presidente del CAI dr. Valter Barberis –  Acqui  nacque 15 anni or sono da una idea del nostro vecchio socio CAI di Monastero, Vittorio Roveta insignito quest’anno in Assemblea Generale CAI Acqui con il titolo di socio vitalizio e premiato con il Premio Speciale 5 Torri. Vittorio, percorrendo i sentieri della sua gioventù, unì con uno splendido itinerario le 5 torri medievali di Monastero Bormida, San Giorgio Scarampi, Olmo Gentile, Roccaverano e Vengore. Le dolci colline di Langa, i borghi medievali, i panorami dei tratti percorsi in costa, l’accoglienza della gente del luogo, hanno fin da subito conquistato i cuori degli escursionisti che ogni anno, superando abbondantemente il migliaio,  si danno appuntamento la seconda domenica di maggio accolti dalla ormai collaudata organizzazione che vede impegnati più di cento volontari fra soci del CAI di Acqui, varie proloco, volontari della Protezione civile, della croce Rossa, ma anche semplici cittadini orgogliosi del loro paese.

Il Giro delle 5 Torri ha avuto quest’anno il riconoscimento di Gita Regionale CAI 2017 e sarà la gita di festeggiamento del 60° anniversario di fondazione della Sezione CAI Nanni Zunino di Acqui T.

L’escursione si articola su un percorso lungo ad anello di 30 chilometri con partenza da Monastero Bormida alle ore 8 ed un percorso corto di 18 km con partenza da San Giorgio Scarampi alle 9,30. Entrambe i percorsi terminano al castello di Monastero dove la Pro Loco allestirà il famoso Polentone delle 5 Torri. In tutti i paesi attraversati verrà allestito un mercatino di prodotti tipici locali.

Il percorso si snoda sui crinali di langa che dividono la valle Bormida di Spigno da quella di Cortemilia, attraverso prati, boschi, campi terrazzati in un ambiente suggestivo da cui lo sguardo spazia oltre il mare delle colline di Langa su tutto l’Appennino Ligure e sulla cerchia delle Alpi dal Monviso fino al gruppo del Rosa. L’itinerario è molto vario per panorami e terreni, si percorrono sentieri, carrarecce, strade bianche ed asfaltate.

Durante l’escursione sarà possibile salire sulle torri medievali e visitare le numerose chiese disseminate lungo il percorso. La guida e l’assistenza su tutta la tratta è a cura dei volontari del CAI. Saranno presenti 4 punti sosta sotto le torri per rifocillarsi ed avere assistenza. Lungo il percorso, l’assistenza sanitaria sarà supportata da un’auto medica e da una ambulanza entrambe con medico a bordo e defibrillatore. Saranno presenti 8 bus navetta a disposizione  dalle 7,30 per trasportare gli escursionisti da Monastero a San Giorgio per iniziare il giro breve, mentre chi parcheggerà direttamente a san Giorgio potrà fruire della navetta nel pomeriggio per il recupero del proprio mezzo. I bus navetta raccoglieranno ai punti sosta gli escursionisti in difficoltà. Chi giungerà in ritardo all’ultimo punto sosta di Vengore (oltre le 15,30) sarà direttamente accompagnato dai mezzi a Monastero. A Vengore sarà possibile fare una rapida visita al Parco d’arte Quarelli, museo di arte contemporanea all’aperto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *