Biennale dell'incisione

Biennale dell’incisione la mostra e la premiazione

Acqui Terme. Sabato 10 giugno verrà inaugurata la mostra en plein air dedicata alla Biennale per l’Incisione. Come tradizione vuole l’appuntamento sarà sotto i portici di via XX Settembre, dove saranno sistemate le opere che hanno partecipato all’ultima edizione del Premio. Oltre all’inaugurazione della mostra, saranno molti gli avvenimenti che faranno da cornice alla proclamazione dell’opera più bella che sarà incoronata, nel pomeriggio, alle 17, nella sala Belle Epoque del Grand Hotel Nuove Terme.

In particolare, presso il Castello dei Paleologi, sarà inaugurato un camminamento attraverso il quale sarà possibile ammirare opere di arte incisoria partecipanti al Premio a partire dal 1993. Inoltre, presso l’aula magna della scuola media Bella, sarà organizzato un laboratorio per la produzione della carta. Un laboratorio che si svolgerà sia sabato 10 che domenica 11 giugno.  “Viaggio nella storia della carta nella tradizione Orientale e Occidentale – Le origini della stampa e la divulgazione del sapere” è il titolo completo dell’iniziativa che sarà organizzata dall’associazione culturale Aremu.

Il primo giorno, cioè sabato, si parlerà in particolare delle tecniche e dei processi lavorativi delle antiche corporazioni di artieri.  Due gli argomenti principali: la tradizione orientale della Washi giapponese del IX sec., che metterà in relazione l’osservazione del territorio con le risorse naturali dalle quali estrarre pura cellulosa e la tradizione occidentale delle gualchiere medioevali,  che pone l’attenzione sull’argomento del reimpiego dei materiali di scarto per ottenere carte di finissima qualità dai cenci di lino, cotone, canapa. In pratica, si potrà assistere alla selezione delle fibre vegetali, alla follatura, lisciviazione e setacciatura della pasta di cellulosa. Così come il pescaggio delle fibrille nel tino d’acqua e l’asciugatura fogli. Il tema del secondo giorno di stage invece, avrà per titolo “Le origini della stampa e la divulgazione del sapere”.  Il percorso sarà scandito nei seguenti momenti:

  1. Disegno/incisione: realizzazione grafica su fogli di rame/alluminio.
  2. Inchiostro: preparazione della matrice con inchiostri tipografici.
  3. Stampa: trasferimento speculare dell’immagine su carte vergate a mano.

Vale a dire un altro momento importante per conoscere più da vicino un mondo affascinante. Quello della carta e dell’incisione che proprio grazie alla Biennale viene apprezzata non solo in provincia ma anche da un pubblico nazionale ed internazionale.

Gi. Gal.

Programma

  • sabato 10 e domenica 11 giugno dalle ore 10 “Giochiamo con l’incisione” nell’aula magna della scuola “G. Bella”; al Castello dei Paleologi camminamento per ammirare opere di arte incisoria partecipanti al Premio a partire dal 1993;
  • sabato 10 giugno alle 17 nella sala Belle Epoque del Grand Hotel Nuove Terme, cerimonia di premiazione;
  • la mostra sotto i portici di via XX Settembre rimarrà allestita fino al 3 luglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *