Home / Acquese / Domenica 11 giugno si vota per sindaco e consiglio comunale
elezioni amministrative

Domenica 11 giugno si vota per sindaco e consiglio comunale

Sono 7 i Comuni della nostra zona chiamati al voto per rinnovare Sindaci e Consigli comunali nella sola giornata di domenica 11 giugno. Seggi aperti dalle 7 alle 23.

Si andrà a votare a: Acqui Terme, Alice Bel Colle, Altare, Cairo Montenotte, Giusvalla, Molare e Vesime.

È eletto sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno); qualora nessun candidato raggiunga tale soglia si tornerà a votare domenica 25 giugno per il ballottaggio tra i due candidati più votati.

Ad Acqui Terme, sulla scheda elettorale il nome dei tre candidati a sindaco e le liste di appoggio, con gli spazi per le preferenze: Lorenzo Lucchini con la lista Movimento 5 Stelle; Carlo De Lorenzi con tre liste: PD, Con De Lorenzi Sindaco la Sinistra per Acqui Terme, De Lorenzi Sindaco; Enrico Bertero con quattro liste: Lega Nord Piemont Salvini, Acquinsieme con Bertero per la sanità e l’ambiente, Per Bertero Sindaco, Con Bertero Forza Italia Berlusconi.

Ad Alice Bel Colle, sfida a 2 tra Gianfranco Martino e Fabrizio Massa. Non si è ripresentato il sindaco uscente Franco Garrone.

Ad Altare, Giuseppe Grisolia sfida Roberto Briano. Non si è ripresentato il sindaco uscente Davide Berruti.

A Cairo Montenotte, sfida a 3 tra Giovanni Alberto Ligorio, Paolo Lambertini e Matteo Pennino. I tre candidati sono sostenuti da una lista di 16 candidati consiglieri. Non più ricandidabile il sindaco uscente Fulvio Briano.

A Giusvalla, sfida a 2 tra Marco Perrone, sindaco uscente e Guido Lugani.

A Molare, sfida a 2 tra Andrea Barisone e Gianmarco Francesco Bisio; al momento regge il Comune il commissario straordinario dott. Raffaele Ricciardi, a seguito della morte prematura del sindaco Enrica Albertelli.

A Vesime, sfida a 2 tra Diego Lequio e Pierangela Tealdo, sindaco uscente.

Come si vota

Ad Acqui Terme, Comune con più di 15.000 abitanti:

  • tracciare un segno solo sul candidato sindaco; in questo caso il voto viene attribuito solo al candidato sindaco;
  • tracciare un segno solo su una delle liste collegate al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che su una delle liste collegate al medesimo candidato sindaco: in entrambi i casi il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista di candidati consiglieri;
  • esprimere il voto disgiunto, tracciando un segno sul candidato sindaco ed un altro segno su una lista non collegata: in questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista non collegata.

La preferenza si esprime scrivendo negli appositi spazi il cognome (oppure il nome e cognome in caso di omonimia) dei candidati consiglieri comunali della lista votata.

È possibile esprimere due preferenze per i candidati a consigliere comunale, scrivendone il cognome nelle apposite righe tratteggiate poste al di sotto del contrassegno di lista.

In caso di espressione di due preferenze, queste devono riguardare una candidata di genere femminile ed un candidato di genere maschile (o viceversa), pena l’annullamento della seconda preferenza.

Nei Comuni con meno di 15.000 abitanti:

Si vota con una sola scheda per eleggere sia il Sindaco che i Consiglieri Comunali.
Ciascun candidato alla carica di Sindaco sarà affiancato dalla lista elettorale che lo appoggia, composta dai candidati alla carica di Consigliere.
Sulla scheda è già stampato il nome del candidato Sindaco, con accanto a ciascun candidato il contrassegno della lista che lo appoggia.

Il voto per il Sindaco e quello per il Consiglio sono uniti: votare per un candidato Sindaco significa dare una preferenza alla lista che lo appoggia.

Una volta eletto il Sindaco viene anche definito il Consiglio: alla lista che appoggia il Sindaco eletto andranno i 2/3 dei seggi disponibili, mentre i restanti seggi saranno distribuiti proporzionalmente tra le altre liste.

***

Trasporto ai seggi

Acqui Terme. Domenica 11 giugno, in occasione delle elezioni amministrative, il Comune di Acqui Terme-Settore Servizi Demografici organizza un servizio di trasporto pubblico al fine di rendere più agevole il raggiungimento dei seggi da parte degli elettori portatori di handicap o con gravi difficoltà di deambulazione.

Il servizio è gratuito e sarà attivo dalle ore 14 alle ore 20. Chi fosse interessato può contattare l’Ufficio Elettorale al numero telefonico 0144/770251.

Si ringrazia la CrescereInsieme Onlus per la preziosa collaborazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *