motoraduno

Appuntamento acquese per le potenti Goldwing

Acqui Terme. Il gruppo di driver più nutrito è arrivato da Casale Monferrato. Poi a loro, sì è unita un’intera famiglia di Varese con la passione per la moto, un centauro fiorentino, quello giunto da più lontano, ed altri provenienti dalla provincia. Tutti, dopo aver posteggiato la loro Honda Goldwing, in corso Divisione,  si sono dati appuntamento davanti all’Autoscuola Guglieri dove, nel pomeriggio di sabato 17 giugno, è stato organizzato un corso di aggiornamento per l’utilizzo di questi bolidi da 5 quintali.

motoraduno

E se l’appuntamento è stato proprio all’autoscuola Guglieri è perché nel settembre scorso, questa scuola, grazie ad un paio di suoi istruttori, tra i quali Franco Ponassi, anch’egli appassionato di Goldwing, ha ottenuto un prestigioso riconoscimento. Lei sola in Italia è stata scelta come partner della prestigiosa associazione americana GWRRA, ovvero la più antica e numerosa associazione del mondo Goldwing con circa 80.000 associati. «Per noi è un riconoscimento che ci onora» hanno detto Patrizia Rizzolo e Luigi Arabello, titolari dell’Autoscuola «qui tutti abbiamo la passione per le moto anche i nostri figli di 10 e 8 anni. Ma c’è anche da aggiungere che buona parte dei nostri allievi, sia maschi che femmine, vengono qui perché vogliono conseguire la patente per la moto». Ma non quelle di piccola cilindrata, quelle grandi. Come appunto le Goldwing il cui valore di mercato si aggira sui 33 mila euro. Si tratta di bolidi a due ruote veramente super accessoriate. Comode come delle auto ma con un maggiore senso di libertà grazie alla possibilità di viaggiare con il vento sulla faccia. Un’emozione e un pensiero che, praticamente tutti i centauri giunti in città, hanno confermato.

«Al di là di tutto ciò però – aggiunge Franco Ponassi – vale la pena sottolineare che appartenere ad un gruppo come questo unisce. Si coltiva il valore dell’amicizia che accorcia le distanze geografiche. Oggi siamo una ventina ma quando ci muoviamo tutti insieme, solitamente siamo molti di più. Diventiamo una specie di nuvola che emoziona anche chi guarda dal bordo della strada».

I centauri, tra cui una ragazza di 24 anni, sabato pomeriggio hanno partecipato ad un corso di aggiornamento di guida con due istruttori arrivati direttamente dagli Stati Uniti e da Israele. Si tratta di Bob Berry di Tucson, Arizona, e di Dan Sanderovich. Domenica poi, alla teoria si è sostituita la pratica. In sella ai propri bolidi hanno effettuato dei percorsi prestabiliti dagli istruttori miranti a migliorare l’efficacia della guida soprattutto in curva.

Gi. Gal.

motoraduno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *