Home / Sport / Altri sport / Pallapugno serie A: a Raviola servono 20 giochi per battere P.Vacchetto
Acqua S.Bernardo Cuneo - Araldica Pro Spigno
Acqua S.Bernardo Cuneo - Araldica Pro Spigno

Pallapugno serie A: a Raviola servono 20 giochi per battere P.Vacchetto

Acqua S.Bernardo CN 11 – Araldica Pro Spigno 9

Niente da fare per l’Araldica Pro Spigno nella trasferta di mercoledì sera, 28 giugno, a Cuneo contro l’Acqua San Bernando: arriva una sconfitta per 11-9 al termine di 3 ore e 40 minuti di gioco, e di una gara intensa, incerta e lottata che però ha premiato alla fine i padroni di casa di capitan Raviola.

La Pro Spigno scatta meglio dai blocchi di partenza, e nei primi del match, Paolo Vacchetto prende la rete e sostenuto da Amoretti porta i suoi avanti fino al 4-0, con tre giochi risolti sul 40-40 di cui uno alla doppia caccia. Solo a questo punto l’Acqua S Bernardo entra nel match, nel 5° gioco, facendolo proprio sul 40-40 e da lì in poi inizia una lenta ma progressiva rimonta che la porterà alla parità sul 4-4 e addirittura al vantaggio 6-4 del riposo.

L’inizio della ripresa vede i cuneesi proseguire l’allungo fino sul 8-4. A questo punto però, la Pro Spigno dimostra di essere squadra che non demorde: Paolo Vacchetto cerca di rientrare in partita, si porta sotto 8-5; Cuneo replica col punto del 9-6, poi però gli ospiti tentano il tutto per tutto accorciando sino al 9-8. Raviola in questo frangente si dimostra all’altezza: trova per primo la stoccata del 10-8 sul 40-40 alla doppia caccia, ancora un tentativo di rientro dell Pro Spigno, che agguanta il punto del 10-9, appena prima che arrivi la stoccata decisiva da parte del Cuneo nel 20° gioco. Termina 11-9 e questo risultato consente ai ragazzi dell’Acqua San Bernardo ad avere la certezza dei play off.

E.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *