Home / Acquese / “Sagra delle Tagliatelle”: al via la 32ª edizione
Personale che prepara le tagliatelle

“Sagra delle Tagliatelle”: al via la 32ª edizione

 Cremolino. Preceduta come sempre dalle celebrazioni religiose in onore della Madonna del Carmine (la solenne processione si è svolta nella serata di mercoledì 12 luglio, ve ne daremo notizia sul prossimo numero), sarà la “Sagra delle Tagliatelle” l’evento di richiamo del prossimo fine settimana a Cremolino.

La festa della Madonna del Carmine è da sempre la ricorrenza più sentita e solenne del panorama cremolinese. Un tempo, era il momento utilizzato dalle famiglie per invitare i parenti e gli amici di altri paesi per condividere un momento di festa e per molti anni, accanto alla parte più solenne della festa, era uso ritagliare una parentesi per disputare una partita di sport sferistici (pallapugno o, più spesso, tamburello), che veniva disputata presso lo sferisterio.

Questa usanza è stata poi abbandonata nel tempo, e l’area degli impianti sportivi è oggi (da 32 anni) occupata proprio dall’evento gastronomico che caratterizza  e accompagna la festa religiosa: la “Sagra delle Tagliatelle”, organizzata dalla Pro Loco. Tre serate all’insegna di piatti tradizionali del territorio, che nel tempo ha saputo diventare punto di riferimento per gli appassionati della buona cucina.

Per tre sere, da venerdì 14 a domenica 16 luglio, a partire dalle 19,30, i cuochi e le cuoche della Pro Loco proporranno alcuni fra i manicaretti più tipici della tradizione piemontese. In primis le famose tagliatelle, preparate secondo un rito culinario che si rinnova da ormai 32 edizioni, senza dare cenni di stanchezza.

Dal luglio del 1987, data della prima edizione, molte cose sono cambiate, ma l’ingrediente fondamentale, ovvero la passione, è rimasto inalterato.

Così come immutabile, è il metodo di preparazione delle tagliatelle, che come alle origini, vengono sempre impastate ogni sera dalle esperte mani delle cuoche della Pro Loco, che provvedono anche alla preparazione dei 4 possibili condimenti: ragù, sugo di funghi, ragù di lepre o sugo di erbette; quest’ultimo, per la sua tipicità, nel 2015 è stato insignito della Denominazione Comunale, al pari del coniglio alla cremolinese, un’altra delle tante specialità a disposizione nelle tre serate.

Ma naturalmente nessuna festa di paese è degna di questo nome senza uno spettacolo di musica dal vivo. Nel corso delle tre serate ci sarà modo di soddisfare tutti i gusti del pubblico. Venerdì sera, l’intrattenimento musicale sarà affidato a “Maurizio e Sabrina”; sabato si esibirà l’orchestra “Gianni Piazza” mentre domenica sera si chiude in grande stile, col ritorno sul palcoscenico cremolinese dell’orchestra “Mike e i simpatici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *