Acquese

Roccaverano: in ricordo di Luigi Garbarino

Luigi GarbarinoRoccaverano. Saranno in tanti domenica 13 gennaio a partecipare alla santa messa di trigesima del  cav. Luigi Grabarino, che verrà celebrata alle ore 10 nella parrocchiale dedicata a “Maria SS. Annunziata”.

Il cav. Garbarino è morto al mattino di mercoledì 12 dicembre all’ospedale civile di Acqui Terme. Era nato a Spigno il 6 gennaio del 1937, ed è stato per l’intera vita macellaio a Roccaverano e negoziante di bestiame, e ancora sino all’estate scorsa aiutava il fratello Teresio nel macello a Spigno. A questo mestiere, che per lui era una missione, la passione per l’amministrazione comunale, per il suo paese, infatti è stato  sindaco di Roccaverano dal 1970 al 2001 e anche assessore in Comunità Montana “Langa Astigiana – Val Bormida” dalla sua istituzione al suo scioglimento. Da alcune settimane viveva nella casa di riposo di Pareto. Luigi si era sposato nell’agosto del 1960 con Pierangela Mandelli di Bistagno, deceduta nel febbraio del 2001. Dal loro matrimonio sono nati i figli Domenico e Walter. Luigi ha scritto, con Bertonasco e Ferro la storia di queste plaghe, protagonista in prima persona. Carattere forte, deciso, spigoloso, ma sempre diretto e sincero, con lui era bello parlare, ascoltare fatti e aneddoti di un tempo, per capire ieri e vivere l’oggi, ed era sempre presente a manifestazioni, mostre, fiere, in giacca e cravatta, dove dal taschino spuntava l’immancabile forbice, arnese del suo mestiere.

G.S.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close