Acqui Terme

Nomadi e “area di transito”

Acqui Terme. Si intitola “Norme in materia di regolamentazione del nomadismo e di contrasto all’abusivismo” il disegno di legge presentato dall’assessore Fabrizio Ricca con il quale la Regione Piemonte, prima in Italia, pone le basi per il definitivo superamento del concetto di “campo stanziale” per i nomadi e la sua trasformazione in “area di transito”, ovvero un nuovo tipo di spazio a cui si accederà attraverso smart-card in cui i soggetti che decidono di richiedere l’accesso sono chiamati a pagare utenze e sosta, dichiarare le generalità, fornire documenti dei loro mezzi di trasporto, dotare di microchip gli animali domestici.

Come aveva sostenuto Ricca durante la presentazione del disegno di legge, che passa ora all’esame del Consiglio regionale, “con questa legge ci lasceremo alle spalle i tanti problemi di convivenza che ogni giorno ci vengono denunciati dai cittadini che vivono vicino agli insediamenti nomadi, troppo spesso tendenti a gravitare intorno a fenomeni di abusivismo poco vigilati, e faremo nascere nuove aree pensate andranno incontro alle esigenze di sicurezza e dignità che gli stessi nomadi hanno diritto di rivendicare e ottenere”. 

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close