Ovada

I due aspetti di Ovada: uno diurno e l’altro serale

Ovada. L’estate ovadese sarà all’insegna dello spazio aperto, dei prodotti locali e di una socialità più responsabile, conseguenza della nuova realtà.

Azioni concrete per il rilancio delle attività commerciali: l’idea dell’Amministrazione è quella di una doppia veste di Ovada, una diurna e una serale. Il fine è quello di arrivare, gradualmente, ad una pedonalizzazione del centro storico, una volta poste le condizioni per una ricaduta positiva sul tessuto commerciale.

La zona a traffico limitato prevede la chiusura serale del centro storico, a partire dalle ore 18 in via San Sebastiano e piazza Mazzini e dalle ore 19 in via San Paolo, per permettere il passeggio e l’allargamento dei dehors che, grazie al Decreto Rilancio governativo, non pagheranno la Tosap fino al 31 ottobre.

Via San Paolo resterà invece aperta nelle ore pomeridiane.

Inoltre, per consentire il massimo ampliamento dei dehors, sarà modificato il piano della sosta.

In questi giorni l’assessore al Commercio Marco Lanza e la Polizia Municipale si sono attivati per trovare soluzioni efficaci e individualizzate, per ciascuna attività.

Tra le iniziative intraprese e condivise, anche quella del portale di vendita online per i negozi. Consentite inoltre, fino al termine dell’emergenza, le aperture domenicali per parrucchieri ed estetiste.

È poi intenzione dell’Amministrazione modificare, in riferimento alla realtà emergenziale, il bando di contributi per il commercio.

“Queste alcune delle azioni concrete che saranno intraprese per il settore commerciale” – dice il sindaco Paolo Lantero. “Abbiamo ragionato su queste possibilità anche con le minoranze in un clima costruttivo”.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button