Ovada

L’“healing garden” al parco di Villa Gabrieli

Ovada. Sabato 19 settembre alle ore 10 cominciano le attività di “healing garden” (il giardino terapeutico) a Villa Gabrieli, promosse da Fondazione Cigno ed associazione “Vela”.

Sino alle ore 12 attività fisica e ginnastica con Be-Good. Dalle ore 15 alle 17, mostra fotografica e presentazione del libro di Lucia Bianchi “Disperanza”, finanziato da Fondazione Cigno, per promuovere il bel parco come “luogo di resilienza”.

“Dopo la convenzione con l’Asl-Al del 2019, le prime iniziative erano state avviate con le scuole per la Festa dei nonni, la Festa degli alberi, la Festa di Natale, improntate al recupero della tradizione.

Poi il lungo lockdown per il covid-19, la chiusura del parco, gli atti di vandalismo ripetuti, la defezione dei volontari. Sembrava una odissea…

Ma a luglio, grazie a una collaborazione tra Fondazione Cigno e il Consorzio dei servizi sociali col progetto “Cantieri di lavoro”, sono riprese le opere di manutenzione di Villa Gabrieli.

Il Comune di Ovada ha stanziato un contributo economico per le spese di manutenzione del bel parco. Cruciale il supporto specializzato dell’agronomo dott. Mallarino.

I nuovi operatori dl Parco sono coordinati da Federico Borsari, storico e webmaster del sito dedicato a Villa Gabrieli (www.parcovillagabrieliovada.it), in costante aggiornamento.

E sempre più ovadesi hanno l’abitudine di trascorrere  tempo a Villa Gabrieli: gruppi di yoga, nonni con nipoti, podisti,  cittadini amanti del relax che solo il verde sa dare…

Dal 28 settembre al 3 ottobre: Ri-Abilitare, settimana riabilitativa all’aperto per i pazienti e familiari con psicologi, counsuelors, medici, infermieri, fisioterapisti, educatori in scienze motorie. Uno staff operante all’aperto, per “rinforzare la parte sana delle persone anziché rincorrere i problemi della parte malata”.

La ripartenza del Parco è stata sostenuta da molte imprese: Econet per il ritiro  del verde; Il Frutteto per la fornitura di verdura per gli ospiti del laghetto; la ditta Pesce Costruzioni, che ha fissato a terra le panchine; Forest per i lavori più impegnativi di manutenzione del verde in sinergia con la cooperativa “Oltre il giardino”, che ha la convenzione con l’Associazione Nazionale Carabinieri per la vigilanza.

Sono in fase di acquisto gli strumenti per la realizzazione di un’area sensoriale e di riabilitazione fisica, da dedicare a Giorgia Sansone recentemente scomparsa, che ha destinato all’healing garden di Villa Gabrieli i 65mila €  raccolti per curarsi all’estero”.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button