Acqui TermeIMPORTANTE

Nuovo Dpcm: le restrizioni previste durante il periodo natalizio

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm del 3 dicembre che contiene le nuove misure per fronteggiare l’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19

Queste le norme entrate in vigore:

Divieto di mobilità tra regioni (anche tra quelle “gialle”)

Dal 21 dicembre al 6 gennaio non ci si potrà più spostare tra regioni. Sarà permesso ritornare ai luoghi di residenza o domicilio e abitazione e saranno consentiti gli spostamenti per motivi di necessità, lavoro o salute.

No a spostamenti tra Comuni (anche nelle regioni “gialle”) a Natale, S. Stefano e Capodanno

Nelle giornate del 25 e del 26 dicembre 2020 e del 1 gennaio 2021 è vietato ogni spostamento tra Comuni, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute, anche in questo caso resta consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

Per la sera (dopo le 18) del 31 dicembre 2020 i ristoranti degli alberghi potranno effettuare esclusivamente il servizio in camera.

Per il periodo natalizio non sono previste ulteriori restrizioni per i pubblici esercizi oltre alle regole previste nelle rispettive “colorazioni” (rosse, arancioni, gialle).

Bar e Ristoranti

  • Se in AREA GIALLA: potranno restare aperti tutti i giorni con consumo al tavolo dalle ore 5 alle ore 18. Ogni tavolo potrà ospitare al massimo 4 persone, se non sono tutte conviventi. Dopo le 18 è vietato consumare cibi e bevande nei locali e per strada.
  • Se in AREA ARANCIONE E ROSSA: potranno restare aperti dalle 5 alle 22 solo per asporto. La consegna a domicilio è sempre consentita.

Hotel – Alberghi

  • Rimangono aperti in tutta Italia. Il 31 dicembre sera vietato organizzare veglioni e cene di Capodanno.

Negozi

  • Dal 4 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 i negozi potranno aprire fino alle ore 21 (ma non in area rossa).
  • Dal 4 dicembre al 15 gennaio, nei festivi e prefestivi, nei centri commerciali sono aperti solo gli alimentari, le farmacie, le parafarmacie, negozi che vendono prodotti per l’igiene, tabaccai, edicole e vivai.

Per quanto riguarda gli spostamenti, sono vietati dalle 22 alle 5, salvo per motivi di lavoro, salute e necessità.

Il 31 dicembre divieto di spostarsi dalle 22 sino alle 7 del primo gennaio 2021.

Il Piemonte, fino a nuova ordinanza del Ministro della Salute, rimane in zona arancione; mentre la Liguria attualmente è zona gialla.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button