PallapugnoSport

La Pallapugno Alba presenta lo sponsor principale

La Pallapugno Alba, dopo aver presentato il suo nuovo sito ufficiale www.pallapugnoalba.it, il nuovo presidente Giuseppe (Pino)  Perosino, il nuovo allenatore della prima squadra Domenico Raimondo (ricopre anche la carica di vicepresidente della Società), presenta ora il principale sponsor della società, il Consorzio Albeisa, per le varie formazioni del club fino al 2023. Le squadre in campo coi colori biancorossi saranno chiamate “Pallapugno Albeisa”.

Storica bottiglia che affonda le sue origini nel Settecento, è nel 1973 che assume le sembianze di quella che oggi è famosa in tutto il Mondo. L’innovazione, unica nel suo genere, non è quella di riprodurre una vecchia bottiglia ma quella di legarla ad un territorio e di regolamentarne il suo utilizzo all’interno dello stesso. La nuova versione del ‘73 riporta il nome “Albeisa” in rilievo sul vetro, ripetuto per 4 volte ad altezza della spalla, in modo da poterlo scorgere da qualsiasi parte la si guardi. Il suo utilizzo è tutelato dall’“Associazione dei Produttori dell’Albese”. Conta circa 300 produttori di grandi vini che esportano in tutto il mondo quasi 18 milioni di bottiglie. Famosa nel mondo, la Bottiglia Albeisa è senza dubbio un esempio di successo dell’inventiva, della tradizione e della lungimiranza dei vitivinicoltori albesi che hanno saputo aggiungere un componente prezioso al territorio di Langa e Roero. Il sodalizio con la Pallapugno Alba nasce proprio nell’ottica di sposare i valori reciprochi dello sport, della salute, della sostenibilità, unite all’amore per il territorio ed alle tradizioni locali.

“Per la prima volta – spiega il vice presidente di Albesisa Giuseppe Negro – abbiamo deciso di sostenere una realtà importante sul territorio. Questa scelta nasce da tanti fattori, a partire dai valori dello sport, della salute, del green e della sostenibilità che ci accomunano al club. Come Albeisa infatti siamo molto attenti all’ambiente, non per nulla ogni anno investiamo ad esempio nel rimboschimento con il rovere, piante della tradizione locale. Inoltre così come siamo fortemente legati alla storia di questo territorio, altrettanto lo è anche la pallapugno, che è uno sport sano e dai valori importanti. Un connubio dunque che sembrava perfettamente calzante, anche per il nome Albeisa che è fortemente legato alla città. Insomma, questo progetto è un’idea stupenda e ci permette di riavere la pallapugno ad Alba con un grande campione, fresco del titolo della Superlega. Ho visto Bruno molto determinato e carico come mai prima d’ora e sono sicuro che la prossima stagione ci regalerà grandi soddisfazioni”.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button