Diocesi

Grazie alle donazioni ricevute, il Fondo San Guido continua a far del bene

Pubblichiamo il rendiconto finanziario relativo all’attività del Fondo San Guido, a favore di tutti coloro che hanno perso o dovuto ridurre il lavoro a causa dell’emergenza sanitaria causata dal Covid-19. Al 13 aprile sono stati erogati 446.910,00 euro. Le risorse provenienti dal fondo straordinario emergenza Covid della Conferenza Episcopale Italiana, che ammontavano a 430.000,00 euro sono state esaurite. L’attività del Fondo prosegue ora grazie alle donazioni ricevute da persone, parrocchie o altri Enti e che attualmente ammontano a € 46.538,96.

Dal 14 maggio 2020 ad oggi sono 338 le famiglie che hanno potuto usufruire di un aiuto economico proveniente dal Fondo, così ripartite all’interno della Diocesi: zona Acquese contributi a 94 famiglie per un totale di 118.300,00 euro, zona Ovadese contributi a 67 famiglie per un totale di 95.510,00 euro, zona Astigiana contributi a 128 famiglie per un totale di 160.600,00 euro, zona due Bormide contributi a 13 famiglie per un totale di 17.600,00 euro, zona Cairese contributi a 36 famiglie per un totale di 54.900,00 euro.

Le donazioni possono essere effettuate sul conto corrente bancario IBAN IT29J0503447940000000011473 intestato Diocesi di Acqui-causale Fondo San Guido, oppure su bollettino postale n. 15592157 causale Fondo San Guido o consegnando l’offerta al proprio parroco.

Offerte ricevute: un sacerdote € 300,00; questua Messa del Crisma € 680,00; tramite mons. Vescovo € 2000,00; Comunità di Arzello € 520,00; Parrocchie di Nizza e Vaglio € 3.000,00; Diaconi permanenti € 500,00; Parrocchia Castel Rocchero € 118,35.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button