Diocesi

Solennità di San Guido

Acqui Terme. Anche quest’anno la Solennità di San Guido, patrono della città di Acqui e della Diocesi, verrà celebrata in maniera diversa rispetto alla tradizione, dato che non siamo ancora completamente usciti dall’emergenza della pandemia.

Domenica 11 luglio, alle ore 18, ci sarà in Cattedrale la concelebrazione Eucaristica, presieduta da Mons. Marco Pràstaro, vescovo di Asti, ma non si terrà la consueta processione.

Poiché però in Cattedrale i posti disponibili per i fedeli sono al massimo 170, occorre limitare le presenze a questo appuntamento.

Pertanto, come già lo scorso anno, si è pensato di invitare i fedeli della Diocesi, le associazioni e le confraternite nelle sere precedenti, zona per zona, alle ore 21.

In tali serate ci sarà la celebrazione Eucaristica presieduta dal nostro Vescovo; i sacerdoti e i diaconi potranno concelebrare e ci saranno a disposizione anche dei confessori a partire dalle ore 20,30. 

Questo è il calendario per la presenza delle varie zone:

  • Lunedì 5 zona Acquese e Alessandrina
  • Martedì 6 Zona Savonese
  • Mercoledì 7 zona Ovadese e Valle Stura
  • Giovedì 8 zona Nizza – Canelli
  • Venerdì 9 zona Valle Bormida

Venerdì 2 luglio l’urna di San Guido verrà collocata al centro della Cattedrale per la venerazione dei fedeli (grazie all’opera della Protezione civile, degli alpini e della Associazione Carabinieri). In tale giorno alle 17,30 verranno celebrati i vespri di San Guido e alle 18 la Messa votiva. A questo momento, come anche alla celebrazione di lunedì 5 luglio alle ore 21, sono particolarmente inviati gli acquesi per venerare il loro patrono.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button