Ovada

Madonna del Carmine all’Oratorio dell’Annunziata

Ovada. Il prof. Flavio Ambrosetti sulla festività della Madonna del Carmine, nel bell’Oratorio dell’Annunziata di via San Paolo.

«La prima notizia a proposito della nascita della Confraternita della Santissima Annunziata risale al 1214. Della costruzione originale rimangono poche tracce poichè già nel secolo  XV l’Oratorio subì un ampliamento testimoniato da un’iscrizione incisa in un riquadro interno. Di grande importanza le due casse processionali: l’Annunciazione di Anton Maria Maragliano e la Madonna del Carmine di Luigi Fasce che, negli anni precedenti la pandemia, venivano portate nella Processione a metà luglio.

Tra i beni artistici di valore conservati in Oratorio, due tele di Luca Cambiaso, uno dei più grandi pittori liguri del Rinascimento italiano.

La prof.ssa Paola Toniolo Piana ha scritto un bel saggio, studiando le carte della Confraternita dell’Annunziata.

I Confratelli indossano l’abito di seta turchina (da cui il titolo di Oratorio dei Turchini), con tabarro in velluto cremisi ricamato in oro e argento. Viene indossato nelle festività dell’Annunciazione, del Carmine  e della Madona della Salute, nelle festività parrocchiali e diocesane.

Da notare che l’Oratorio fu dichiarato nel 1908 “monumento pregevole d’arte e di storia”.  Al riguardo cito un aneddoto di un custode, Pesce detto “Pilin”: ai visitatori presentava l’Oratorio come “il salotto di Dio” e con tale detto riassumeva tutta la bellezza dell’Oratorio».

La festa del Carmine ricorre il 16 luglio ma si celebra sempre la domenica successiva,  quest’anno il  18 luglio. Triduo il 15, 16, 17 luglio: alle ore 8,30  S. Messa; alle ore 20,30 Rosario e Benedizione Eucaristica.

Domenica 18 luglio: ore 8 S. Messa; alle ore 17,30 S. Messa Solenne celebrata dal novello sacerdote  don Niccolò Ferrari di Tagliolo.

Non si svolgerà la tradizionale Processione; i posti in Oratorio sono limitati dalle vigenti norme anti-covid.

L’Oratorio sarà addobbato con fiori da Valentina Salis e Anna Giraudi, in memoria di Pietro e Maria Giraudi. Partecipa anche Rocca Fiori.

All’interno dell’Oratorio c’è il celebre Organo Serassi che risale all’inizio del XIX secolo.

Il tradizionale, prestigioso concerto organizzato dagli Amici degli organi storici della provincia di Alessandria si terrà domenica 22 agosto, alle ore 18. All’organo Luca Massaglia.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button